Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Tre giochi di una volta che hanno caratterizzato la nostra infanzia

1 febbraio, 2013 • Tradizioni locali

Qualche tempo fa abbiamo parlato dei giochi di una volta, quelli ai quali tutti noi ci dedicavamo durante i pomeriggi d’estate in compagnia di fratelli e sorelle, degli amici del palazzo o del quartiere. Si tratta di piccoli tuffi nel passato ai quali è piacevole abbandonarsi, soprattutto in un’epoca in cui giocare senza un pc o videogioco sembra quasi inconcepibile.

3 GIOCHI DI UNA VOLTA

Andando indietro con la memoria me ne sono venuti in mente altri tre, che si aggiungono alla campana, alla cavallina e a ruba bandiera dei quali vi ho parlato la volta scorsa, e a tutti quei ricordi fatti di giochi improvvisati e merende deliziose di tanto tempo fa.

1. LO YO-YO

Chi di voi non ha provato almeno un volta a cimentarsi con questo antichissimo gioco? Si tratta infatti di uno dei giochi di una volta per eccellenza e mentre oggi siamo abituati a versioni moderne con plastica, lucine e suoni, in passato questo gioco veniva costruito semplicemente arrotolando del filo tra due bottoni belli grossi. Il filo veniva legato al dito medio e lo yo-yo iniziava la sua divertente corsa dall’alto in basso, i più bravi potevano andare avanti su e giù per moltissimo tempo. Si tratta di un gioco nato più di duemila anni fa e che si è diffuso nel corso dei secoli subendo pochissime modifiche.

giochi-di-una-volta-yo-yo

2. LE BIGLIE

Il secondo tra i giochi di una volta che mi è venuto in mente è quello delle biglie. Che fossero di acciaio o di vetro, sono sicura che molti di voi hanno messo in croce i propri genitori per farsi comprare un ulteriore sacchettino in rete, con il prezioso e colorato bottino all’interno. Anticamente venivano fatte con la terracotta e poi colorate, mentre molti di noi sono abituati alle variopinte versioni in vetro che ci portavamo dietro in pesanti sacchettini. Potevano essere usate in modi diversi, lanciate attraverso percorsi improvvisati nella terra o nella sabbia, oppure stabilendo una linea di partenza e lanciando a turno la propria biglia, cercando di colpire quelle degli avversari per impadronirsene, oppure ancora cercando di farle finire nelle piccole buche scavate nel terreno.

giochi-di-una-volta-le-biglie

3. LA TROTTOLA

Altro famosissimo gioco di una volta è quello della trottola, anche in questo caso riproposto in versioni e materiali più moderni e sofisticati. Resta il fatto che la trottola aveva una forma conica e veniva realizzata in genere in legno, con una punta di ferro all’estremità e dello spago colorato attorcigliato intorno, che veniva tirato con un colpo rapido e deciso dando inizio al divertente volteggiare. Se non si aveva la trottola in legno la si poteva realizzare attorcigliando dello spago intorno ad un chiodo. I più bravi riuscivano a far girare la trottola per moltissimo tempo, riuscendo addirittura a prenderla da terra continuando a farla girare sul palmo della mano!

giochi-di-una-volta-la-trottola

Tre giochi di una volta dalle origini antichissime, che ci fanno pensare alla nostra infanzia con tanta dolcezza ed un pizzico di malinconia, riportandoci con la mente a periodo belli e spensierati.

Mi aiutate a ricordarne altri?

Tags: , , , , , , ,