Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Tra i dolci tipici molisani le deliziose ostie ripiene di Agnone

12 dicembre, 2012 • Mangia e beviTradizioni locali

Questo articolo lo voglio dedicare ad uno dei dolci tipici molisani per eccellenza, ovvero le ostie ripiene di Agnone, dette anche ostie prene. Io le ho mangiate una volta sola e vi assicuro che non le ho più dimenticate, hanno un gusto e una consistenza che solo a pensarci mi viene l’acquolina in bocca.

Si tratta di un dolce tipicamente natalizio e dato che ci avviciniamo sempre di più a questo magico periodo dell’anno, mi sembra giusto iniziare con un trionfo di dolcezza e tradizione tipicamente molisana.

dolci-tipici-molisani-ostie-ripiene

DOLCI TIPICI MOLISANI: RICETTA DELLE OSTIE RIPIENE

Premetto che per realizzare questo dolce è necessario avere l’apposito ferro che vi consentirà di realizzare le ostie, sembra molto simile a quello usato anche per le ferratelle, ma in realtà è molto più sottile. In passato il prezioso ferro, fatto rigorosamente a mano dal fabbro del paese, era custodito solo da poche famiglie e bisognava addirittura prenotarlo per poter realizzare le ostie ripiene, dopo lunghe file d’attesa.

ferri-per-ostie-ripiene

Attualmente trovare questo ferro particolare è decisamente più semplice, ci si può rivolgere ai negozi specializzati o addirittura su internet.

INGREDIENTI PER LE OSTIE (circa 100)

- 750 ml di acqua

- 500 gr di farina

- un cucchiaio di olio di oliva

- un pizzico di sale

ostie-ripiene-di-agnone

Mescolare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e far riscaldare il ferro su entrambi i lati, dopodiché bisogna olearlo e versare al suo interno un cucchiaio del composto ottenuto. Chiudere subito il ferro e far cuocere l’ostia per alcuni secondi. Dopodiché fate attenzione a staccare l’ostia molto delicatamente, iniziando dai bordi e tagliando la pasta in eccesso. Posizionate le ostie su un vassoio e mettete sopra di esse un peso (un libro o una scatola non troppo pesante) che eviterà di farle deformare una volta raffreddate.

INGREDIENTI PER L’IMPASTO

- 50 gr di zucchero

- 50 gr di cacao amaro

- 250 gr di cioccolato fondente tritato

- 500 gr di miele grezzo

- 1 kg di noci sgusciate e tritate

- 1 kg di mandorle sgusciate, spellate, tostate e tritate

- buccia di un’arancia tagliata a pezzetti

- un cucchiaio di chiodi di garofano e polvere di cannella mischiate

- un bicchierino di strega ed uno di punch

ripieno-ostie-di-agnone

Fate sciogliere il miele in una casseruola per circa 15 minuti con lo zucchero, aggiungete il cioccolato e il cacao e poi man mano tutti gli altri ingredienti. Il composto verrà molto denso e per aiutarvi nel momento della farcitura delle ostie è fondamentale tenerlo a bagnomaria, in modo che resti sempre fluido. Farcite a due a due le ostie e schiacciate leggermente il ripieno con una forchetta, dopodiché lasciatele riposare in un luogo fresco e asciutto, magari sotto un peso.

Oggi potete trovare noci e mandorle già pronte per l’uso ma un tempo la preparazione degli ingredienti per questo dolce tipicamente molisano, iniziava diverse settimane prima e coinvolgeva un po’ tutta la famiglia, dai più grandi ai più piccoli. La farcitura iniziava il 20 di dicembre in modo che le ostie fossero pronte per il giorno della Vigilia.

Probabilmente potete trovare le ostie ripiene anche al supermercato o in pasticceria ma dubito che possano conservare il sapore e l’aroma delle originali ostie di Agnone, lasciate in eredità al paese dalle Clarisse di clausura. Io spero di ri-assaggiarle molto presto perché sono davvero spettacolari e se avete un po’ di tempo da dedicare alla cucina e ai dolci tipici molisani, vi consiglio di provare a farle.

Con le ostie ripiene di Agnone il vostro Natale non sarà mai stato così dolce!

 

Tags: , , , , , , , , , , ,