Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

In Molise nuovo appuntamento con le Giornate FAI di Primavera

Le giornate FAI di Primavera sono uno degli eventi più ghiotti dell’anno per gli amanti del nostro Bel Paese. Ogni anno, infatti, il FAI (Fondo Ambiente Italiano) organizza due giorni ricchi di eventi culturali e visite guidate in oltre 750 luoghi della cultura da proteggere, conoscere e da non dimenticare.

Luoghi spesso interdetti al pubblico durante tutto l’anno e che, proprio durante le giornate FAI di Primavera, spalancano le loro porte a curiosi e appassionati. Questo è il weekend giusto per scoprire qualcosa in più del nostro bellissimo Molise iscrivendovi al Fondo come soci oppure donando liberamente pochi euro (consigliati da 1 a 3) a sostegno della salvaguardia dei nostri Beni Culturali e Paesaggistici e dell’attività del FAI. Ma vediamo cosa è possibile visitare durante queste giornate, fissate per sabato 22 e domenica 23 marzo 2014 in Molise.

Giornate FAI di Primavera – provincia di Isernia

Vi consigliamo di perdervi attraverso i secoli seguendo i vicoli suggestivi di Agnone, Bandiera Arancione del Molise e splendida città d’arte. Ad arricchire il percorso libero (agevolato da una mappa della città che potrete comprare a 2 euro presso l’ufficio turistico accanto alla Chiesa di S. Emidio), troverete le visite guidate a cura degli “Apprendisti Ciceroni” delle Scuole Medie e Superiori locali.

Parcheggiate pure nel comodo parcheggio “fuori le mura” all’ingresso del borgo antico (nei pressi di Piazza Vittoria) e godetevi il profumo di confetti e ostie che troverete lungo il corso principale (vi suggeriamo una capatina nella Pasticceria Dolciaria Carosella), corso Vittorio Emanuele, affollato di botteghe artigiane e negozi “d’altri tempi”.

La prima sosta che farete sarà per visitare la Chiesa di Sant’Emidio che vi stupirà per l’esterno romanico-gotico pugliese e l’affascinante soffitto ligneo dipinto all’interno. Alle 12, invece, vi aspetta la visita alle Pontificie Fonderie Marinelli (Via Felice D”Onofrio, 14 – Sabato: ore 12.00; Domenica: ore 12.00), le più antiche fonderie al mondo e al Museo della Campana.

pontificia-fonderia-marinelli-agnone

Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone – Foto tratta da www.campanemarinelli.com

 

Nel pomeriggio potrete addentrarvi nel borgo antico, visitando le Chiese di S. Amico (Via Chiesa), S. Marco (Largo Carlo Alberto) e S. Antonio Abate (Via Cavour 70 ). Imperdibile la visita alla Chiesa e al Convento di S. Francesco (Via Beato Antonio Lucci) dove troverete una sorprendente mostra del Libro Antico, nella quale sono esposti pezzi unici e volumi rari come, ad esempio, un’edizione delle “Metamorfosi” di Ovidio datata al 1540. In una delle vetrine scoprirete, inoltre, una copia autentica della Tavola Osca di Agnone, donata alla città dal British Museum di Londra dove è conservata l’originale. Le chiese e la mostra saranno aperte il sabato dalle ore 10 alle ore 13 e la domenica anche il pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18.

Giornate FAI di Primavera – Provincia di Campobasso

Se partite da Campobasso vi suggeriamo un percorso all’insegna dell’arte moderna e contemporanea. Si comincia da Termoli, in tarda mattinata, dove potrete visitare, oltre al borgo antico, la Galleria Civica di Arte contemporanea (Piazza Sant’Antonio, 2 – Sabato: ore 10.00 – 13.00; Domenica: ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00) che ospita le opere acquisite nel corso delle edizioni del Premio Termoli realizzate, tra gli altri, da Mario Schifano, Achille Perilli, Gastone Novelli e Giulio Turcato.

galleria-civica-di-termoli

Galleria Civica di Termoli

 

Donazioni importanti sono state fatte da artisti come Remo Brindisi e Virgilio Guidi. Per i più mattinieri vi consigliamo una sosta nella bellissima città di Larino, dove vi aspettano due capolavori, invece, di arte antica: l’anfiteatro romano nel Parco Archeologico di Villa Zappone (Via Dante – Sabato: ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 17.00; Domenica: ore 10.00 – 13.00 / 15.00 – 17.00) e la magnifica Cattedrale di San Pardo (Piazza Duomo – Sabato: ore 10.00 – 12.00 / 16.00 – 17.00; Domenica: ore 10.00 – 12.00 / 16.00 – 17.00), gioiello romanico-gotico che vi lascerà senza fiato.

Nel pomeriggio non possiamo che consigliarvi una sosta nel borgo di Casacalenda che offre ai visitatori non solo il Museo all’aperto di Arte Contemporanea Kalenarte, ma anche due interessantissimi appuntamenti: la visita alla Galleria Civica di Arte Contemporanea “Franco Libertucci” (Palazzo Comunale, Via Emilio De Gennaro, 83) e la visita al Museo Multimediale del Bufù (Palazzo Comunale, Corso Roma, 78), importantissimo strumento musicale della civiltà contadina legato indissolubilmente alle tradizioni del Molise.

Se non vi basta, passeggiando nel centro storico, potrete visitare la Chiesa dell’Addolorata (Piazza Nardacchione), la Chiesa di Santa Maria Maggiore (Via Terravecchia) e il Convento eremo di Sant’Onofrio (Contrada Macchia Puzzo). Le chiese e i musei di Casacalenda saranno aperti sabato e domenica mattina dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e sabato e domenica pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.00.

Per conoscere tutte le tappe molisane della ventiduesima edizione delle Giornate FAI di Primavera vi consigliamo la pagina ufficiale per la Regione Molise (che potete trovare qui)e sulla stessa pagina avrete modo di scaricare gratuitamente l’app del FAI per restare sempre aggiornati sugli eventi in programma direttamente dal vostro tablet o smartphone. Questo weekend non avrete scuse e grazie alle Giornate FAI di Primavera potrete visitare tanti bellissimi luoghi legati al nostro amato Molise, che ne dite?

Tags: , , , , , , , , ,