Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Il Venerdì Santo e la coinvolgente processione di Campobasso

22 marzo, 2013 • Eventi specialiTradizioni locali

Gli appuntamenti che caratterizzano la Settimana Santa in Molise sono numerosi e disseminati lungo tutto il territorio. Il primo che mi è venuto in mente, tra i tanti, è la coinvolgente e commovente processione del Venerdì Santo a Campobasso, che ogni anno raduna ai bordi delle strade moltissime persone.

Processioni di questo tipo vengono ovviamente svolte un po’ in tutti i comuni molisani, ma vi consiglio di assistere alla processione del Venerdì Santo di Campobasso, perché è una delle più amate dalla popolazione ed uno degli eventi più attesi insieme a quello del Corpus Domini, anche da coloro che non sono particolarmente devoti.

processione-venerdì-santo-campobasso

PROCESSIONE DEL VENERDÌ SANTO A CAMPOBASSO

Si tratta ovviamente di un rituale religioso nato, stando alle fonti, addirittura nel 1626. La processione attraversa le strade del centro storico e le zone più moderne della città, lungo le quali i moltissimi partecipanti si allineano in silenzio in attesa dell’evento, raggruppandosi sui balconi e sui marciapiedi delle strade. La processione del Venerdì Santo a Campobasso non presenta elementi rituali particolari, eppure riesce a commuovere e coinvolgere ogni anno, grazie soprattutto alla presenza di un nutrito coro di circa 700 persone.

coro-venerdì-santo-campobasso

In origine ce n’erano solo un centinaio, tra cantori e musicisti, mentre oggi il numero è salito notevolmente e il coro viene diviso in due gradi filoni, quello delle voci maschili e quello delle voci femminili. Il tutto inizia intorno alle 17, dopo il raduno del coro e della banda in Piazzetta Palombo, luogo nel quale vengono effettuate le ultime prove prima di iniziare il percorso lungo via Marconi.

Dalla Chiesa di Santa Maria della Croce inizia quindi il lungo corteo di preti, sacerdoti, politici, scout, religiosi e cittadini, che si incamminano lungo le strade della città trasportando la statua del Cristo morto, seguita da quella dell’Addolorata, dalla quale partono una serie di nastri sorretti da un gruppo di donne vestite di nero.

venerdì-santo-processione-campobasso

Tutto è pronto per dare il via a questa importante tradizione secolare del Molise e il brivido che si avverte quando si inizia a sentire l’avvicinarsi del potente coro in lontananza, posso percepirlo anche ora che ve ne sto parlando, ricordando questi momenti particolari. Le voci si insinuano tra le strade sulle note del “Teco vorrei, oh Signore” e le struggenti melodie del maestro Michele De Nigris riescono a coinvolgere davvero tutti, religiosi e non. Si tratta di un’atmosfera talmente particolare che è difficile da spiegare a parole, per questo ho inserito un video trovato in rete, che potrebbe rendervi meglio l’idea.

Se non avete mai assistito a questo particolare rito vi consiglio di farlo. Non sarà facile trovare un parcheggio libero, quindi vi conviene avvicinarvi al centro di Campobasso almeno un’oretta prima dell’inizio della processione. Considerate che il tutto proseguirà almeno fino alle 20 circa e il centro resterà parzialmente bloccato proprio per consentire alla processione di completare il percorso.

La processione del Venerdì Santo a Campobasso è un evento imperdibile per molti, che raduna ogni anno la popolazione locale e limitrofa, desiderosa di unirsi al Signore nel momento della Passione e di assistere ad uno dei riti più antichi e coinvolgenti del nostro Molise.

 

Foto di www.centrostoricocb.it

Tags: , , , , , , , , , , ,