Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Il Nocino tra i liquori molisani fatti in casa

22 luglio, 2014 • Mangia e bevi

Mentre oggi siamo abituati a trovare tutto quello che ci occorre al supermercato, fino a qualche decennio fa non era affatto così e le massaie molisane dovevano rimboccarsi le maniche per preparare pane, pasta, conserve, dolci e tanto altro con le proprie mani. Un’attività quotidiana, che si intensificava nei periodi di festa, e che riusciva a rifornire le dispense di tutto il necessario.

Fortunatamente ancora oggi sono molte le donne che si dedicano a queste preparazioni, rinnovando di generazione in generazione delle tradizioni tanto antiche quanto gustose e affascinanti. Basti pensare alla tradizionale preparazione dei cavatelli per il giorno della domenica, a piatti poveri e gustosi come la pizza e minestra o il pancotto, e tanto altro ancora.

La preparazione del nocino molisano

Oltre ai dolci, ai sughi e alla pasta fatta in casa, non ci si faceva mancare neppure i liquori. Uno dei più famosi in regione è senza dubbio il Nocino, la cui preparazione prevede l’utilizzo esclusivo delle noci raccolte il giorno di San Giovanni Battista, festeggiato a Campobasso il 24 giugno, in località San Giovannello, ma anche a Capracotta, Castellino del Biferno, San Massimo, Spinete e Cerro al Volturno.

nocino-molisano

Foto tratta da saporiericette.blogosfere.it

 

In questo giorno particolare si usa cucinare le lumache e raccogliere le noci per la preparazione del pregiato Nocino, che dovranno essere rigorosamente verdi, ancora non mature. Ecco per voi la ricetta tradizionale.

- 30 noci con il mallo

- 1,5 l di alcool per liquori a 95°

- 750 g di zucchero semolato

- un limone

- una stecca di cannella

- noce moscata

- chiodi di garofano

- 4 dl di acqua

Pulite le noci e tagliatele in quattro spicchi, da mettere successivamente in un vaso di vetro a chiusura ermetica, coperte di alcool. Lasciatele riposare in questo modo per un giorno intero, dopodiché aggiungete la stecca di cannella, la noce moscata, qualche chiodo di garofano e la buccia di un limone lavato e non trattato.

Lasciate a macerare per circa 40 giorni, avendo cura di agitare almeno tre volte al giorno il vaso. Trascorso il tempo necessario preparate uno sciroppo, facendo bollire l’acqua e lo zucchero per qualche minuto. Lasciate raffreddare ed unitelo all’infuso di noci ed alcool, precedentemente filtrato.

Mescolate per bene e imbottigliate il vostro Nocino, che dovrà invecchiare in un luogo asciutto e buio prima di essere consumato. Potrete poi servirlo a fine pasto come digestivo o accompagnarlo ad un buon dolce. Durante la preparazione non utilizzate recipienti che possono rovinarsi e indossate dei guanti di gomma, poiché le macchie di mallo sono difficili da togliere.

Voi avete mai preparato il Nocino secondo la ricetta molisana? Avete dei consigli da aggiungere?

Tags: , , , , , , , ,