Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Il baccalà arracanato tra i piatti tipici del Molise

16 maggio, 2014 • Mangia e bevi

Se avete intenzione di fare un viaggetto in Molise o ci siete capitati per caso, non resterete affatto scontenti dalla grande varietà e bontà dei piatti locali. L’importante è scovare una buona trattoria che sappia preparare per voi qualche ricetta tipicamente molisana, come ad esempio il baccalà arracanato, ovvero gratinato.

Il baccalà in generale è uno degli ingredienti prediletti nella tradizione gastronomica molisana, e viene preparato in tanti modi differenti. Il baccalà arracanato è una ricetta tipica della Vigilia di Natale, durante la quale la tradizione vuole che si mangi magro (ma quando mai).

Chi ha in casa un camino lo prepara ancora come lo si faceva una volta, ovvero facendo cuocere al suo interno il tegame con il baccalà, interamente ricoperto di cenere, cospargendolo di olio, vino e qualche foglia di alloro. Ma vediamo cosa dice la ricetta.

baccala-arracanato-molise

Foto tratta da www.lalineavienmangiando.it

Ricetta del baccalà arracanato

600 g di baccalà tenuto in ammollo

250 g di mollica di pane

200 g di noci

50 g di uva passa

100 g di olive nere senza nocciolo

6-8 pomodorini

1 bicchiere di vino bianco

qualche foglia di alloro

1 spicchio d’aglio

prezzemolo, olio extravergine di oliva, sale, pepe

Tagliate a pezzi di media grandezza il baccalà e posizionatelo in una teglia con dell’olio. Fate ammollare l’uvetta in un piccolo contenitore con dell’acqua tiepida, dopodiché strizzatela per bene ed unitela alla mollica di pane, al prezzemolo tritato, alle noci e all’aglio tritato, aggiungendo a filo l’olio di oliva fino a quando la mollica non si sarà impregnata per bene. E’ importante che non risulti asciutta.

Regolate il composto appena ottenuto con il sale e un pizzico di pepe ed usatelo per coprire il baccalà nella teglia. Aggiungete i pomodorini lavati e ben asciugati, tagliati a metà, e le olive nere. Chiudete il tegame e mettetelo in forno a 180°, e dopo circa dieci minuti di cottura irrorate il tutto con una miscela di olio, vino bianco e qualche foglia di alloro.

Fate cuocere per circa 35 minuti e servite il vostro baccalà arracanato ancora caldo. Potete arricchire il piatto aggiungendo anche qualche patata tagliata a rondelle, o magari sostituire le olive con i capperi, in base ai gusti. Affiancate un buon bicchiere di vino bianco, magari molisano, e preparatevi a leccarvi i baffi! ;)

 

Tags: , , , , , , , , ,