Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Festa di Sant’Antonio a Vastogirardi con i tradizionali fuochi

14 gennaio, 2013 • Eventi specialiTradizioni locali

Come ogni anno, il 17 di gennaio, si festeggia Sant’Antonio Abate: guardiano dell’inferno, protettore degli animali e dei fabbricanti di spazzole. In diversi punti del territorio molisano vengono organizzati dei particolari riti in suo onore e quello di cui voglio parlarvi oggi riguarda la festa di Sant’Antonio e i tradizionali fuochi realizzati a Vastogirardi.

VASTOGIRARDI

Ci troviamo su una collina a circa 1.200 metri di altezza, in provincia di Isernia, al confine con l’Abruzzo. La storia di Vastogirardi inizia più o meno intorno al 1100-1200, quando fu costruito il grande castello medievale, un vero e proprio nucleo abitato che svetta dalla cima della collina e sovrasta l’intero paese.

centro-storico-vastogirardi

Il territorio di Vastogirardi è tutto da scoprire e se siete degli appassionati di storia, arte ed archeologia, vi consiglio di andare a fare un giro da quelle parti, poiché al suo interno sono conservate numerose testimonianze di epoca sannitica, con cinte fortificate ed aree sacre. Basti pensare che in località Sant’Angelo si trovano i resti di un vero e proprio tempio italico, al quale fu sovrapposta poi, in epoca longobarda, la Chiesa di Sant’Angelo.

I FUOCHI DI SANT’ANTONIO

Questa particolare festa di Sant’Antonio, accompagnata dal rito dei fuochi, ha origini lontane, che affondano direttamente negli antichi culti pagani e nella vita contadina. I fuochi infatti venivano accesi come rito propiziatorio per i nuovi raccolti e per celebrare ufficialmente l’inizio del Carnevale. A questi due importanti significati se ne aggiunge poi un terzo, che vede come protagonista Vastogirardi ed una terribile epidemia di peste che nel 1656 decimò due terzi della popolazione locale.

fuochi-di-sant-antonio-vastogirardi

Da quel momento in poi i fuochi assunsero anche una funzione purificatrice e la festa di Sant’Antonio Abate si andò a consolidare nel corso dei secoli, proprio attraverso l’annuale rito dell’accensione di fuochi nelle piazze e nelle piazzette di questo caratteristico borgo. La tradizione racconta che in questa giornata di festa, le famiglie più ricche usassero cuocere del mais (r sciusc) per donarlo alle persone più povere e bisognose.

LA FESTA DI SANT’ANTONIO 2013 A VASTOGIRARDI

Anche quest’anno il suggestivo centro storico di Vastogirardi farà da location a questa centenaria tradizione molisana, permettendovi di incamminarvi lungo antichi viali e pittoresche scalinate, illuminate dai numerosi fuochi che verranno accesi durante il pomeriggio del 17 gennaio.

fuochi-di-santantonio-vastogirardi

Dalle ore 18 in poi invece, potrete iniziare la vostra passeggiata in musica itinerante tra le stradine del paese, ascoltando i racconti dell’architetto Franco Valente e scoprendo tantissime cose interessanti su questo centro molisano e su questa affascinante tradizione.

Questa bella passeggiata terminerà poi in piazza G. Girardi nel cuore del borgo medievale, dove troverete numerosi stand interessanti, senza dimenticare che ogni fuoco metterà a vostra disposizione alcune prelibatezze locali tutte da assaggiare, come pasta e fagioli, la carne di maiale cotta alla brace e r vin vllut, ovvero dell’ottimo vino caldo.

festa-di-santantonio-abate-a-vastogirardi

La festa di Sant’Antonio e i fuochi di Vastogirardi vi aspettano quindi il 17 gennaio 2013, un’idea carina per trascorrere un pomeriggio diverso e scoprire un altro bellissimo borgo molisano che magari ancora non conoscete. ;)

Come arrivare a Vastogirardi:
Da Nord e da Sud
Imboccare l’autostrada Adriatica A14, uscire al casello di Montenero di Bisaccia-Vasto Sud-San Salvo, immettersi sulla SS 650 (Fondo Valle Trigno) in direzione di Isernia, svoltare sulla SS 651 per Vastogirardi, continuare sulla SS 86 e seguire indicazioni.
Da Campobasso
Imboccare la strada statale Bifernina (SS 87), in prossimità di Vinchiaturo continuare sulla SS 17, proseguire sulla SS 650, svoltare sulla SS 651 in direzione di Vastogirardi, continuare sulla SS 86 e seguire indicazioni.
Da Isernia
Imboccare la SS 85, continuare sulla SS 17, proseguire sulla SS 650 in direzione di San Salvo, svoltare sulla SS 651 in direzione di Vastogirardi, prendere la SS 86 e seguire indicazioni.

Tags: , , , , , , , , , ,