Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

Chef Rubio folgorato dalla cucina molisana: ecco dove ha mangiato

10 giugno, 2015 • Eventi specialiMangia e bevi

Dopo essere stato immortalato da fotografi di fama internazionale, dopo aver fatto da scenografia per il grande schermo, il Molise apparirà di nuovo agli occhi del grande pubblico, questa volta con un’altra caratteristica molto cara a noi molisani: la cucina. Negli ultimi mesi infatti, la troupe televisiva di Unti e Bisunti, seguitissimo programma in onda sul canale digitale DMAX e condotto dall’avventuroso chef Rubio, ha visitato il Molise alla ricerca di ricette tradizionali da presentare all’interno della loro trasmissione. Inutile dirvi che ne hanno trovate fin troppe, e tutte assolutamente uniche.

Il Molise nel programma Unti e Bisunti

Ma chi è chef Rubio? Gabriele Rubini, 32 anni a Giugno, originario di Frascati. Amato dal pubblico per la sua simpatia, il suo modo di essere verace e un po’ rustico, come i piatti che in ogni puntata sceglie di cucinare, sfidando ogni angolo dello stivale, sempre alla ricerca del gusto più autentico e antico. Oltre alla cucina, chef Rubio ha anche la passione per il rugby. Ha militato in diverse squadre italiane, giocando anche in Serie A, ed ha avuto un’esperienza in Nuova Zelanda, considerata la patria di questo sport. Gabriele è passato dalla palla ovale ai fornelli, o meglio alle griglie, mentre suo fratello, Giulio, gioca attualmente come estremo nella Lazio Rugby.

unti-e-bisunti-in-molise

Il format Unti e Bisunti prevede che lo chef vada in giro per l’Italia alla ricerca di osterie, ristoranti, banchetti da strada o locande che propongano piatti tradizionali della cucina locale. Una volta individuato il piatto giusto, Rubio getta il guanto di sfida al cuoco di turno, proponendosi come avversario in una competizione culinaria che vede i due contendenti alle prese con la preparazione della pietanza locale.

Chef Rubio scopre la cucina molisana

In Molise chef Rubio ha avuto modo di visitare diverse località, tra cui Jelsi, Riccia, Campobasso e Bojano. La produzione è stata ospite del comune di Jelsi, dove il consigliere Michele Fratino si è occupato di gestire gli spostamenti della troupe, suggerendo i luoghi da valutare, nei quali lo chef avrebbe trovato gli ingredienti migliori per la sua puntata molisana. Oltre a diverse cucine di abitazioni private, lo chef ha visitato soprattutto tre trattorie molisane: la trattoria La Traglia a Jelsi, la Locanda a Castellone di Bojano e la trattoria Nonno Cecchino a Campobasso.

chef-rubio-trattoria-nonno-cecchino

Chef Rubio con Michele e Giuseppe Corsillo, presso la Trattoria Nonno Cecchino di Campobasso

 

Proprio con quest’ultima lo chef ha sentito un feeling particolare. La trattoria del capoluogo molisano è gestita dalla famiglia Corsillo e il caso ha voluto che Giuseppe, che lavora nel ristorante di famiglia con il padre Michele, condivida le stesse passioni di Rubio: rugby, cucina e tatuaggi. Lo chef ha apprezzato molto la cucina del posto, tanto da decidere di registrarvi una parte della puntata che vedrà il Molise protagonista su DMAX a settembre. Tra i piatti che lo chef ha potuto gustare abbiamo l’allullero, i torcinelli, la pizza e minestra, il pane cotto con le verdure.

La Trattoria Nonno Cecchino a Campobasso

La trattoria Nonno Cecchino si trova nel centro storico di Campobasso in via Larino, a pochi passi dalla Cattedrale. Il posto perfetto per assaporare i piatti antichi della cucina molisana, ad iniziare dai ricchi antipasti composti da: salumi e formaggi di produzione casereccia, salsicce di fegato e pancetta arrotolata, frittate con verdure di campo e asparagi, pizza e minestra, pane cotto con le verdure e tutto quello che la fantasia dei cuochi suggerisce.

cucina-molisana-nonno-cecchino

Antipasto – trattoria Nonno Cecchino

 

Da non perdere poi i maltagliati, rigorosamente fatti a mano, con cotiche e fagioli, o le tagliatelle ai funghi porcini. Senza dimenticare i piatti a base di carne, come le tagliate di manzo, le bistecche, gli arrosti e gli immancabili torcinelli. Anche sul versante dei dolci Nonno Cecchino ha le sue specialità, Giuseppe infatti è un ottimo pasticciere, capace di realizzare gustosi dessert che vi stupiranno. Chef Rubio, di fronte a tanta bontà, ha deciso quindi di lanciare la sfida al Molise, e nella prossima stagione di Unti e Bisunti potremo scoprire chi avrà ricevuto il guanto di sfida dello chef, pronto a misurarsi a suon di padelle con un piatto tipico della cucina molisana.

Rubini è rimasto folgorato dalla nostra cucina, e mentre pubblica foto dei piatti molisani sulla sua pagina ufficiale di Facebook, utilizzando l’hashtag #Molise_StateOfMind, rilascia anche delle simpatiche interviste, in cui afferma che il Molise è il posto dove ha mangiato meglio, in assoluto. Per conoscere il verdetto della sfida dovrete aspettare la fine dell’estate, quando la puntata andrà in onda. Nel frattempo però vi suggeriamo di andare a toccare con mano, o meglio ad assaggiare, la cucina molisana che ha stregato chef Rubio. E di guardare questa simpatica intervista rilasciata dallo chef. :)

 

 

Ecco i riferimenti delle trattorie visitate dallo chef:

Nonno Cecchino | via Larino 32, Campobasso – tel. 0874 311778
La Traglia | Via Roma 7, Jelsi – tel. 389 4574782
La Locanda | Castellone di Bojano (CB) - 0874  778257

Tags: , , , , , , , , , , , , ,