Molisiamo

Il Molise che non ti aspetti

A Isernia, in località La Pineta, uno dei più antichi siti Paleolitici d’Europa

A Isernia, in località La Pineta, si trova uno dei più antichi siti paleolitici in Europa (Paleolitico: periodo al quale risale la più antica industria umana, cioè quella dell’antica età della pietra o età della pietra scheggiata), la cui importanza è stata riconosciuta anche dall’Unesco che, nel 2013, gli ha assegnato il prestigioso scudo blu a garanzia di protezione internazionale in caso di conflitti armati e catastrofi naturali.

Importante sito Paleolitico a Isernia

Si tratta di una serie di suoli antichissimi, sovrapposti, che arrivano ad una profondità di 6 metri e che sono la diretta testimonianza di una frequentazione stagionale ma ripetuta nel tempo dell’uomo paleolitico.

la-pineta-isernia

Foto tratta da www.promolise.it

 

Gli archeosuoli sono stati scavati a partire dal 1979 quando, durante gli sbancamenti per la costruzione di una bretella della superstrada Napoli-Vasto, furono messi in luce, nei pressi della città di Isernia, le sezioni del giacimento preistorico, la cui individuazione si deve al Signor Alberto Solinas, appassionato di preistoria, che raccolse, lungo le sezioni esposte, i primi reperti.

Il ritrovamento fu eccezionale per la ricchezza delle testimonianze e per la sua antichità, circa 730.000 anni fa. Tutti gli occhi erano puntati su Isernia, nella speranza che il sito rivelasse particolari inediti sulla vita dell’Homo erectus, così scarsa di testimonianze. L’interesse era altissimo presso la comunità scientifica e nel 1982 la prestigiosa rivista “Nature” pubblicò un articolo scientifico e dedicò la copertina al giacimento di Isernia.

Una piccola porzione del suolo paleolitico fu esposta temporaneamente alla Mostra sui primi abitanti d’Europa allestita nel Musée de l’Homme di Parigi tra il 1982 e il 1983 e al Museo Pigorini di Roma nel 1984. L’insediamento rappresenta una miniera di informazioni per la ricostruzione del modo di vita dell’ Homo erectus.

sito-paleolitico-isernia

Foto tratta da archeologicamolise.beniculturali.it

 

Sono stati individuati tre distinti suoli di abitato, caratterizzati da decine di migliaia di reperti che forniscono fondamentali informazioni sulle modalità di produzione degli strumenti litici, sulle attività di caccia e di macellazione degli animali, sull’organizzazione degli spazi abitativi e sulle strategie di sussistenza.

Questi suoli sono ciò che resta di un habitat palustre, ai margini di un corso d’acqua, dove i banchi emergenti di travertino, opportunamente bonificati, furono utilizzati dai cacciatori del Paleolitico inferiore per poter macellare al sicuro, con l’aiuto di schegge di calcare e selce, elefanti, bisonti, ippopotami, diversi tipi di cervidi, orsi, leoni, rinoceronti, uccelli acquatici ed altri animali che scoprirete andando a visitare il sito.

Le ricerche proseguono tutt’ora nell’imponente padiglione di circa 700 mq, attrezzato con le più moderne strumentazioni fisse per la documentazione e il rilievo, nel quale si avvicendano per mesi ricercatori di tutto il mondo, esperti in diverse discipline tra cui geologia, geomorfologia, pedologia, paleontologia, palinologia, cronologia, paleontologia umana, antropologia e paletnologia.

archeologia-isernia

Immagine tratta da archeologicamolise.beniculturali.it

Curiosità

Il meticoloso lavoro di ricerca ha rivelato che sono presenti delle specie animali mai segnalate in Europa per aree così meridionali e che numerose ossa presentano tracce di fuoco. Inoltre è stupefacente, per un’età così antica, la presenza dell’ocra rossa, che anticipa di ben 350.000 anni l’uso del colore da parte dell’uomo.

Siamo sicuri che siete curiosi di vedere con i vostri occhi come può apparire un insediamento di cacciatori del Paleolitico risalente a 736.000 anni fa! Non vi resta che partire alla volta di Isernia e seguire le indicazioni per il Museo del Paleolitico di Isernia, località La Pineta (IS), aperto dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00. Tel. e Fax: 0865 290687.

 

Me.MO Cantieri Culturali

memoisernia@gmail.com

3272803696

Tags: , , , , , , ,